La consulenza sessuale


 

 LA CONSULENZA SESSUALE

Secondo la definizione dell’OMS del 2006, “la sessualità è un aspetto centrale umano lungo tutto l’arco della vita e comprende il sesso, le identità e i ruoli di genere, l’orientamento sessuale, l’erotismo, il piacere, l’intimità e la riproduzione. Essa è influenzata da fattori biologici, psicologici, sociali, economici, politici, etici, giuridici, storici, religiosi e spirituali.” Questo dimostra che la sessualità è una dimensione propria di qualsiasi essere umano, naturale, ma allo stesso tempo molto complessa.

È sempre l’OMS a dare una definizione di “consulenza sessuale”, come “attività di sostegno capace di aiutare le persone in difficoltà ad assimilare le loro conoscenze e trasformarle in stili di vita soddisfacenti e comportamenti responsabili”.

Le funzioni della consulenza sessuale sono:

- L’INFORMAZIONE, nei casi di ignoranza circa l’anatomia e la fisiologia della risposta sessuale e per uscire da stereotipi o falsi miti che spesso sono veicolati dai media (es. l’esistenza dell’orgasmo simultaneo, o l’erezione maschile che arriva al solo contatto oculare con una donna).

La corretta informazione porta ad una modificazione cognitiva (ad esempio di certi pensieri o convinzioni) e ad un arricchimento dei comportamenti e delle opzioni, legate alla sessualità, a dimostrazione del fatto che, come sostiene Roberta Giommi, direttrice dell’Istituto Internazionale di Sessuologia a Firenze, “la sessualità si impara”.

- SCREENING PRELIMINARE dei casi di disfunzione sessuale, con l’obiettivo di un corretto inquadramento diagnostico e l’invio allo specialista più adeguato.

CHI PUÒ RIVOLGERSI AD UN CONSULENTE SESSUALE?

La consulenza sessuale è aperta a singoli o coppie, a partire dall’adolescenza fino alla terza età. La consulenza sessuale può essere utile anche in quei periodi particolari della vita, quali gravidanza e puerperio, menopausa, operazioni chirurgiche, interruzioni di gravidanza.

COME SI SVOLGE LA CONSULENZA SESSUALE?

Il consulente sessuale, attraverso un approccio non giudicante e basato sull’ascolto attivo, accoglie la richiesta della persona o della coppia, su temi relativi alla sessualità. Spesso la consulenza può chiudersi in un solo colloquio, ad esempio quando ha lo solo scopo informativo, mentre altre volte possono servire più incontri per poter fare un’anamnesi maggiormente esaustiva della situazione, indagando varie aree, quali quella biologica, quella intrapsichica, quella relazionale e anche il proprio approccio alla sessualità. Anche quando è la coppia ad arrivare in consultazione, il professionista prevede un incontro singolo con ciascuno dei 2 membri.

Se nel corso dell'anamnesi il Consulente Sessuale riscontrasse problematiche che non siano di sua pertinenza, saprà avvalersi del supporto di specifici professionisti per continuare il percorso.